2 girls 1 cup

Europe Direct Contact Centre

Europe Direct Teramo Tv Web

I nostri giochi

Presidenza lituana del Consiglio dell''UE

Anno Europeo per lo sviluppo

Comitato delle Regioni

Trasmissioni: "22 minuti-una settimana d'Europa" e "Un libro per l'Europa"

Links utili

Traduzione Automatica

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Hindi Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Hebrew Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian
Home Page
Europe Direct Teramo
Il Presidente Juncker in Ucraina: prima visita bilaterale a un paese terzo PDF Stampa E-mail

Lunedì 30 marzo Jean-Claude Juncker, Presidente della Commissione europea, e l'Alta Rappresentante e Vicepresidente Federica Mogherini si recheranno a Kiev per la  quella che sarà per il Presidente la prima visita bilaterale a un paese terzo dal suo insediamento in novembre. Il Presidente Juncker e l'Alta rappresentante Mogherini incontreranno il Presidente ucraino Petro Poroshenko e terranno una conferenza stampa congiunta presso l'amministrazione presidenziale (Bankova 3) alle 14:00 (GMT + 2).  Seguiranno incontri con il primo Ministro Yatsenyuk, il Presidente della Verkhovna Rada, Volodymyr Groysman e i capigruppo dei gruppi politici.  Il Presidente Juncker è stato inoltre invitato a presiedere il Consiglio nazionale di riforma insieme al Presidente Poroshenko.  

 
Garantire la sicurezza dei consumatori: quasi 2500 prodotti pericolosi ritirati dal mercato UE nel 2014 PDF Stampa E-mail

Da dodici anni la Commissione e gli Stati membri collaborano per garantire che i beni di consumo immessi sul mercato europeo siano sicuri. A tal fine, utilizzano il sistema di allarme rapido per i prodotti pericolosi non alimentari. Il sistema di allerta rapida garantisce che le informazioni sui prodotti non alimentari ritirati dal mercato siano trasmesse rapidamente tra gli Stati membri e la Commissione in modo da rendere possibile l'adozione di provvedimenti opportuni, quali divieti o blocchi delle vendite, ritiro o richiamo o rifiuto all’importazione da parte delle autorità doganali. A questo sistema di controllo partecipano trentuno Paesi, di cui gli Stati membri dell'UE, l'Islanda, il Liechtenstein e la Norvegia. Nel 2014 i giocattoli (28%) e gli indumenti, i prodotti tessili e gli articoli di moda (23%) hanno rappresentato le due principali categorie di prodotti oggetto di provvedimenti correttivi. I rischi chimici, di lesioni e di soffocamento sono stati tra i pericoli segnalati più frequentemente per questi prodotti. La Cina rimane il principale Paese di origine dei prodotti pericolosi notificati nel sistema di allarme rapido. Nel 2014, come nel 2013, il 64% del totale delle notifiche riguardava prodotti provenienti dalla Cina. La Commissione collabora strettamente con il Paese asiatico attraverso il "sistema di allarme rapido - CINA" per garantire che le autorità cinesi affrontino tutte le questioni di sicurezza dei prodotti in loco.

 
La Commissione europea e la Banca europea per gli investimenti facilitano l'accesso al credito per gli agricoltori PDF Stampa E-mail

La Commissione europea e la Banca europea per gli investimenti hanno presentato un modello di finanziamento per il settore agricolo. Lo strumento mira a facilitare l'accesso ai finanziamenti per i produttori agricoli, inclusi i giovani agricoltori; è il primo sviluppato sulla base del Memorandum d'intesa per la cooperazione nello sviluppo agricolo e rurale nell'Unione europea, firmato a luglio 2014. Gli Stati membri e le regioni possono adattare e usare il modello per definire strumenti finanziari finanziati da programmi di sviluppo rurale del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) per  assicurare prestiti che consentano investimenti nella performance delle aziende agricole, nella trasformazione e nel marketing, nelle start-up e in molti altri settori. Parlando all'evento di presentazione, il Commissario Phil Hogan ha dichiarato che strumenti finanziari di questo tipo possono aiutare a ottenere valore aggiunto dalle politiche di sviluppo rurale, che rappresentano il secondo pilastro della politica agricola comune (PAC); permettono infatti di far fluire il credito più liberamente trasformando il denaro pubblico investito in un valore doppio o triplo di prestiti garantiti per gli agricoltori e gli altri imprenditori rurali, con un conseguente incremento di crescita e posti di lavoro. Il Vicepresidente della Banca europea per gli investimenti Wilhelm Molterer, intervenendo durante la presentazione, ha sottolineato non solo la necessità di investire in modo consistente nell'economia rurale europea, ma anche di sviluppare metodi intelligenti di usare denaro pubblico per attrarre investitori e sbloccare gli investimenti. Ha inoltre riconosciuto in tale strumento finanziario un autentico cambiamento nei modelli di riferimento.

 
L'Ucraina aderisce a Horizon 2020 per collaborare con l'UE nella scienza e nella ricerca PDF Stampa E-mail

Grazie all'accordo di associazione dell'Ucraina a Horizon 2020 i ricercatori, le imprese e gli innovatori dell'Ucraina potranno partecipare senza limitazioni al programma di finanziamento per la ricerca e l’innovazione dell'Unione europea. Ciò avverrà grazie all'accordo di associazione dell'Ucraina a Horizon 2020, firmato a Kyiv da Carlos Moedas, Commissario europeo per la Ricerca, la scienza e l'innovazione, e da Serhiy Kvit, Ministro ucraino dell'Istruzione e della scienza. Il Commissario Moedas ha dichiarato: "Sono molto lieto di accogliere l'Ucraina in Horizon 2020. L'Ucraina ha scelto di investire nella conoscenza e sui suoi cittadini e di contribuire agli obiettivi condivisi della più ampia comunità scientifica e tecnologica. Il suo grande potenziale  nella ricerca e nell'innovazione offre all'Europa promettenti possibilità di collaborazione. L'Ucraina avrà adesso accesso all'intera gamma di attività finanziate da Horizon 2020 che daranno impulso all' economia. Mi auguro che l'Ucraina sfrutti al meglio queste opportunità".

 
150 milioni dell'UE per educare i bambini a una sana alimentazione PDF Stampa E-mail

25 Stati membri dell'UE hanno accettato la proposta della Commissione europea di stanziare 150 milioni di euro di fondi UE per il programma "Frutta nelle Scuole" per il periodo 2015/2016. L'Italia beneficerà di oltre 26 milioni di euro. Scopo del programma è quello di distribuire porzioni di frutta e verdura nelle scuole, raggiungendo potenzialmente 12 milioni di bambini tra i sei e i dieci anni di età in tutti gli Stati membri partecipanti. Il programma "Frutta nelle scuole" è stato avviato nell'anno scolastico 2009/2010 per contrastare la tendenza a un minore consumo di frutta e verdura tra i bambini e per portare avanti una sensibilizzazione all'educazione alimentare, fondamentale per scongiurare problemi di salute collegati ad una mal nutrizione, sia in eccesso che in difetto.

 
Nuova iniziativa di scambio di competenze per una migliore gestione degli investimenti della politica regionale PDF Stampa E-mail

La Commissione lancia una nuova piattaforma destinata ai funzionari pubblici per lo scambio di competenze e di migliori prassi in tutta Europa, allo scopo di migliorare ulteriormente le modalità di spesa e di gestione degli investimenti dell’UE. Con il suo contributo al rafforzamento della capacità amministrativa degli Stati membri, TAIEX REGIO PEER 2 PEER, o PEER 2 PEER, si inserisce in una più ampia iniziativa intesa a sfruttare appieno le potenzialità della politica regionale in termini di creazione di posti e di crescita sostenibile, in linea con gli obiettivi stabiliti dalla strategia Europa 2020 e con il nuovo piano UE di investimenti da 315 miliardi di EUR. In tutta l’UE sono 24.000 i funzionari di amministrazioni nazionali e locali che partecipano alla gestione del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e del Fondo di coesione. Obiettivo di PEER 2 PEER è trarre vantaggio dal loro know-how e produrre risultati migliori grazie alla condivisione delle loro competenze e buone prassi attraverso una nuova piattaforma online in cui le amministrazioni possono ricevere e offrire assistenza. Le principali caratteristiche del sistema PEER 2 PEER sono: economicità; flessibilità; tempestività; focalizzazione; qualità. Corina Crețu, Commissaria per la Politica regionale, ha dichiarato: "l'iniziativa PEER 2 PEER costituisce una tappa importante: è flessibile, di facile impiego e risponde alle esigenze specifiche delle nostre regioni".

 
La Commissione presenta un pacchetto sulla trasparenza fiscale PDF Stampa E-mail

La Commissione europea ha presentato un pacchetto di misure sulla trasparenza fiscale che rientra nel suo ambizioso programma di lotta all’elusione dell’imposta sulle società e alla concorrenza fiscale dannosa nell’Unione. L’elemento chiave di questo pacchetto è rappresentato dalla proposta di introdurre lo scambio automatico di informazioni tra gli Stati membri sui loro ruling fiscali. Si stima che l’elusione dell’imposta sulle società privi i bilanci pubblici degli Stati membri dell’Unione di vari miliardi di euro l’anno. Essa compromette inoltre l’equa ripartizione degli oneri tra i contribuenti e la concorrenza leale tra le imprese. Le società sfruttano la complessità delle norme fiscali e la mancanza di cooperazione tra gli Stati membri per trasferire gli utili e ridurre al minimo le loro imposte. Potenziare la trasparenza e la cooperazione è pertanto fondamentale nella lotta contro la pianificazione fiscale aggressiva e le pratiche fiscali abusive. Il pacchetto sulla trasparenza fiscale mira a garantire che gli Stati membri dispongano delle informazioni di cui hanno bisogno per proteggere le loro basi imponibili e individuare efficacemente le imprese che cercano di eludere la loro giusta quota di tasse.

 
Relazione sull'ambiente: l'azione dell'UE produce risultati positivi PDF Stampa E-mail

L’ambiente in Europa – Relazione 2015: situazione attuale e prospettive, pubblicato in inglese (European Environment – State and Outlook 2015 Report, SOER 2015) a cura dell’Agenzia europea dell’ambiente, è una valutazione integrata dell’ambiente in Europa che comprende dati a livello globale, regionale e nazionale, accompagnati da confronti tra vari paesi. Secondo la stessa, l'approccio coordinato dell’UE nel settore della politica ambientale ha prodotto importanti vantaggi per i cittadini nel corso degli ultimi cinque anni. Non solo i cittadini europei godono di un’aria e di un'acqua più pulite, mandano meno rifiuti in discarica e riciclano di più ma le politiche ambientali si sono dimostrate anche uno stimolo per la crescita e l’occupazione. Inoltre la relazione riflette sui prossimi cinque e più anni e lancia un chiaro segnale d'allarme sui rischi di degrado ambientale che a loro volta incidono sul benessere e la prosperità dell’uomo. L’analisi sottolinea la necessità di un'azione strategica più integrata –invito al quale la Commissione sta già rispondendo attraverso una serie di iniziative di politica ambientale per il 2015, compresi un nuovo e più vasto pacchetto di misure sull’economia circolare, il riesame della strategia dell’UE sulla biodiversità, un piano d’azione in materia di governance degli oceani e un pacchetto sulla qualità dell’aria modificato. Il Commissario europeo res-ponsabile per l’Ambiente, gli affari marittimi e la pesca, Karmenu Vella, ha dichiarato: "Considero la relazione 2015 sullo stato dell’ambiente come il punto di partenza del mio mandato. La relazione dimostra chiaramente che le politiche ambientali dell’UE producono dei benefici. Le politiche ambientali creano anche posti di lavoro. …Dobbiamo continuare a restare vigili per garantire che buone politiche ambientali, attuate correttamente, sfocino in risultati eccellenti sia in mare che a terra. Gli investimenti innovativi a salvaguardia della prosperità e della qualità di vita sono una priorità. Il nostro attuale investimento a lungo termine è una garanzia che nel 2050 potremo vivere bene ed entro i limiti del nostro pianeta".

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 68

Cerca nel sito

Ente Ospitante

Partners

Enti aderenti

Europe Direct Teramo 2.0

Visite giornaliere

Top 7:
Unknown flag 81%Unknown (38)
Portugal flag 6%Portugal (3)
France flag 4%France (2)
India flag 2%India (1)
Netherlands flag 2%Netherlands (1)
Saudi Arabia flag 2%Saudi Arabia (1)
Ukraine flag 2%Ukraine (1)
47 visite da 7 Nazioni

Visite ieri:89
Visite mensili3697
Pagine visitate oggi:432
Pagine visitate questo mese:28239

Login Europa Network