Bandi europei
 

Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest

Centro di Informazione della Commissione Europea

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Page Bandi UE

Bandi europei

E-mail Stampa PDF

 

Corpo europeo di solidarietà: bando 2019

 

 

Il bando supporta le seguenti azioni:

 

Volontariato
Attività di solidarietà a tempo pieno, non retribuita, svolta da giovani nel proprio paese di residenza o all’estero. Il volontariato può essere individuale, per una durata compresa tra 2 e 12 mesi, oppure di gruppo con il coinvolgimento di 10-40 giovani provenienti da almeno 2 Paesi diversi, per un periodo compreso tra 2 settimane e 2 mesi.

 


Tirocini e Lavori

 

Il tirocinio consiste in un periodo di pratica lavorativa a tempo pieno, da 2 a 6 mesi, retribuita dall’organizzazione che impiega il giovane partecipante al Corpo europeo della solidarietà. Il tirocinio è rinnovabile una volta sola per una durata complessiva di 12 mesi all'interno della stessa organizzazione. Deve includere una componente di apprendimento e formazione ed essere basato su un contratto scritto, siglato all'inizio del tirocinio in conformità con la normativa vigente nel Paese in cui il tirocinio si svolge.

 

Il lavoro consiste in attività di solidarietà a tempo pieno, per un periodo da 3 a 12 mesi, retribuita dall'organizzazione che impiega il partecipante al Corpo europeo della solidarietà. Deve comprendere una componente di apprendimento e formazione ed essere basato su un contratto di lavoro scritto che rispetti i termini e le condizioni di lavoro definiti dalla normativa nazionale e dai contratti collettivi applicabili nel Paese in cui il lavoro viene svolto.

 

I tirocini e i lavori possono svolgersi sia nel Paese di residenza del giovane partecipante al Corpo europeo della solidarietà sia in un Paese diverso da quello di residenza.

 


Progetti di solidarietà

 

Progetti sviluppati e realizzati da gruppi di almeno 5 giovani partecipanti al Corpo europeo di solidarietà, al fine di affrontare le principali problematiche e sfide della loro comunità locale.

 

I progetti possono durare da 2 a 12 mesi e devono svolgersi nel Paese di residenza dei partecipanti al progetto. Oltre all’impatto locale, un progetto di solidarietà dovrebbe anche presentare un chiaro valore aggiunto europeo affrontando priorità individuate a livello europeo.

 

Le organizzazioni che intendono partecipare a progetti di volontariato, tirocini o lavori devono previamente ottenere il Marchio di Qualità (Quality Label). Il Marchio certifica che un'organizzazione che partecipa al Corpo europeo della solidarietà sia in grado di garantire le condizioni necessarie affinché i giovani possano partecipare alle attività di solidarietà nel rispetto dei principi e degli obiettivi del Corpo europeo di solidarietà.

 

Le candidature per ottenere il Marchio possono essere presentate in qualsiasi momento all’Agenzia Nazionale del proprio Paese di provenienza, oppure, a seconda del profilo dell'organizzazione, all’Agenzia esecutiva EACEA. Sono esentate dal richiedere il Marchio le organizzazioni che hanno già ottenuto l'accreditamento allo SVE o ad Erasmus+ for volunteering.

 

 

Per tutte le scadenze e altre info: https://ec.europa.eu/youth/solidarity-corps/how-to-apply_en

 

 

Europa per i cittadini

Candidature 2019 per le azioni “Memoria europea, Gemellaggio di città, Reti di città, Progetti della società civile”

 

Invito a presentare proposte n. EACEA-51/2018: programma «L’Europa per i cittadini» – sovvenzioni per il 2019

 

Azioni

 

Asse 1. Memoria europea
Sostegno a:
• progetti che promuovono la riflessione sulle cause e le conseguenze dei regimi totalitari nella storia moderna dell'Europa (soprattutto, ma non esclusivamente, il nazismo che ha portato all'olocausto, il fascismo, lo stalinismo e i regimi totalitari comunisti), nonché progetti volti a commemorare le vittime dei loro crimini.
• progetti riguardanti altri momenti cruciali e punti di riferimento nella recente storia europea.

 

Sarà data preferenza ad azioni che promuovono la tolleranza, la comprensione reciproca, il dialogo interculturale e la riconciliazione quale strumento per superare il passato e costruire il futuro, in particolare al fine di coinvolgere le giovani generazioni.

 

Un progetto deve coinvolgere organizzazioni di almeno 1 Stato membro UE. Tuttavia sarà data preferenza a progetti transnazionali. La durata massima di un progetto deve essere di 18 mesi.

Priorità tematiche per l'Asse 1:
1. Commemorazione dei momenti storici cruciali nella recente storia europea:
- 1919 I Trattati di Pace che portarono alla fine della I ^ Guerra Mondiale (incluso il Trattato di Versailles)
- 1939 La fine della Guerra civile spagnola in una prospettiva europea
- 1979 Le elezioni del Parlamento europeo (la prima volta dell’elezione diretta del PE)
- 1989 Le rivoluzioni democratiche nell’Europa centrale e orientale  e la caduta del muro di Berlino
- 2004 15 anni di allargamento dell’UE nell’Europa centrale e orientale  
2. Società civile e partecipazione civica sotto i regimi totalitari
3. Antisemitismo, Antigitanismo, xenofobia, omofobia e altre forme di intolleranza: trarre insegnamenti per i tempi odierni
4. Transizione democratica e adesione all’Unione europea

Asse 2. Impegno democratico e partecipazione civica 


Misura 1. Gemellaggio di città


Progetti che favoriscono gemellaggi tra città attorno a temi in linea con gli obiettivi e le priorità tematiche del programma. Mobilitando i cittadini a livello locale e europeo per dibattere su questioni concrete dell’agenda politica europea, questi progetti mirano a promuovere la partecipazione civica al processo decisionale dell'UE  e a sviluppare opportunità d'impegno civico e di volontariato.
I gemellaggi devono essere intesi in senso ampio, riferendosi sia ai comuni che hanno sottoscritto o si sono impegnati a sottoscrivere accordi di gemellaggio, sia ai comuni che attuano altre forme di partenariato volte a intensificare la cooperazione e i legami culturali.

 

Ciascun progetto deve coinvolgere municipalità di almeno 2 Paesi ammissibili al programma, dei quali almeno 1 deve essere Stato UE e prevedere un minimo di 25 partecipanti internazionali provenienti dalle municipalità partner. L’evento di gemellaggio deve avere una durata massima di 21 giorni.

Misura 2. Reti di città


Progetti per la creazione di reti tematiche tra città gemellate. Questi progetti promuovono lo scambio di esperienze e buone pratiche su temi d’interesse comune, da affrontare nel contesto degli obiettivi o delle priorità tematiche del programma, e favoriscono lo sviluppo di una cooperazione duratura tra le città coinvolte.

 

I progetti devono coinvolgere municipalità di almeno 4 Paesi ammissibili al programma, dei quali almeno 2 siano Stati UE. Ciascun progetto deve realizzare almeno 4 eventi e prevedere almeno un 30% di partecipanti internazionali provenienti dalle municipalità partner. La durata massima dei progetti deve essere di 24 mesi.

Misura 3. Progetti della società civile
Progetti promossi da partenariati e reti transnazionali che coinvolgono direttamente i cittadini. Questi progetti uniscono cittadini di contesti diversi in attività direttamente legate alle politiche dell’Ue, dando loro l'opportunità di partecipare concretamente al processo decisionale dell'Unione.
A tal fine il progetto deve puntare a stimolare riflessioni, dibattiti e altre attività legate alle  tematiche prioritarie del programma oltre ad assicurare una correlazione concreta con il processo decisionale di cui sopra.

 

Un progetto deve comprendere almeno due delle seguenti attività:
- promozione dell'impegno sociale e della solidarietà: attività volte a promuovere dibattiti/campagne/azioni su temi d'interesse comune, istituendo una correlazione con l'agenda politica e il processo decisionale Ue;
- raccolta di opinioni: attività volte a raccogliere le opinioni personali dei cittadini su una tematica specifica, privilegiando un approccio dal basso verso l'alto (facendo anche ricorso ai social, a webinar, ecc.) e l'alfabetizzazione mediatica;
- volontariato: attività volte a promuovere la solidarietà tra i cittadini dell'UE e oltre.

 

Ciascun progetto deve coinvolgere almeno 3 Paesi ammissibili al programma, di cui almeno 2 devono essere Stati UE. La durata massima di un progetto deve essere di 18 mesi.

Priorità tematiche per l'Asse 2
1. Discutere il futuro dell'Europa e sfidare l'euroscetticismo
2. Promuovere la solidarietà in tempi di crisi
3. Promuovere il dialogo interculturale e la comprensione reciproca e combattere la stigmatizzazione degli immigrati e delle minoranze

 

Beneficiari

 

Organismi pubblici o organizzazioni non-profit aventi personalità giuridica stabiliti in uno dei Paesi attualmente ammissibili al programma (vedi voce “Aree geografiche coinvolte”). Nello specifico:

 

Asse 1: autorità locali/regionali o organizzazioni non-profit, comprese le organizzazioni della società civile, le associazioni dei sopravvissuti, le organizzazioni culturali, giovanili, educative e di ricerca.

 

Asse 2
- Misura 1: città/comuni o i loro comitati di gemellaggio o altre organizzazioni non-profit che rappresentano le autorità locali.
- Misura 2: città/comuni o i loro comitati o reti di gemellaggio; altri livelli di autorità locali/regionali; federazioni/associazioni di autorità locali; organizzazioni non-profit rappresentanti le autorità locali. In questi progetti possono partecipare in qualità di partner le organizzazioni non-profit della società civile.
- Misura 3: organizzazioni non-profit, comprese le organizzazioni della società civile, le istituzioni educative, culturali o di ricerca. In questi progetti possono partecipare in qualità di partner autorità locali/regionali

 

Entità Contributo

 

Asse 1: contributo UE di massimo € 100.000 per progetto.

 

Asse 2 – Misura 1: contributo UE di massimo € 25.000 per progetto.

 

Asse 2 – Misura 2 e 3: contributo UE di massimo € 150.000 per progetto.

 

La sovvenzione è calcolata sulla base di importi forfettari diretti a coprire i costi ammissibili del progetto.

 

Modalità e procedura

 

Per la presentazione dei progetti è necessario registrarsi al Portale dei partecipanti per ottenere un Participant Identification Code (PIC). La registrazione deve essere effettuata da tutti i soggetti coinvolti nel progetto (capofila e partner). Il PIC sarà richiesto per generare l`eForm (formulario elettronico) e presentare la candidatura online.

 

Scadenza

 

Asse 2 - Misura 1:

- 01/09/2019**, per progetti aventi inizio tra il 1° febbraio e il 31 ottobre 2020.

 

Asse 2 - Misura 2:


- 01/09/2019**, per progetti aventi inizio tra il 1° marzo e il 31 agosto 2020.

 

Asse 2 - Misura 3: 01/09/2019**, per progetti aventi inizio tra il 1° marzo e il 31 agosto 2020.

 

Le candidature devono essere presentate entro le ore 12.00 (ora dell’Europa centrale) dei termini di scadenza indicati.

 

 https://eacea.ec.europa.eu/europe-for-citizens_en

 

 http://www.europacittadini.it/index.php?it/94/ecp-italy

  

Programma Europa Creativa

 

 Il Programma mira a promuovere e salvaguardare la diversità culturale e linguistica europea e il patrimonio culturale europeo, nonché a rafforzare la competitività dei settori culturali e creativi.

 

In particolare, gli obiettivi specifici del programma sono:

 

- sostenere la capacità dei settori culturali e creativi europei di operare a livello transnazionale e internazionale;
- promuovere la circolazione transnazionale delle opere e la mobilità transnazionale degli operatori culturali e creativi, soprattutto degli artisti, nonché raggiungere un nuovo e più ampio pubblico, con particolare riguardo ai bambini, ai giovani, alle persone disabili e ai gruppi sottorappresentati;

 

- rafforzare in modo sostenibile la capacità finanziaria delle PMI e delle organizzazioni di piccole e medie dimensioni dei settori culturali e creativi;

 

- sostenere la cooperazione politica transnazionale al fine di favorire lo sviluppo delle politiche, l’innovazione, l’audience development e nuovi modelli di business nei settori culturali e creativi.

 

Europa Creativa sostiene tutti i settori culturali e creativi, ed è strutturato in due sottoprogrammi settoriali: il sottoprogramma Cultura, dedicato al settore culturale e creativo, e il sottoprogramma Media (dedicato al settore dell’audiovisivo).

 

Sono state pubblicate le seguenti call relative al sottoprogramma Media:

 

- Bando EACEA/33/2018 - Sostegno all'educazione cinematografica, progetti riguardanti la realizzazione di un catalogo curato di film europei, e del materiale didattico correlato, da mettere a disposizione dei giovani di età compresa tra 11-18 anni che frequentano scuole primarie e secondarie nei Paesi ammissibili. Scadenza 07/03/2019;

 

- Bando EACEA/30/2018 - Promozione di opere audiovisive online. Scadenza 05/04/2019;

 

- Bando EACEA/22/2018 - Sostegno allo sviluppo di singoli progetti di produzione. Scadenza 24/04/2019;

 

- Bando EACEA/32/2018 - Sostegno ai festival cinematografici. I Festival devono prevedere una programmazione di almeno il 70% di opere (fiction, documentari, animazione) o di almeno 100 lungometraggi o 400 cortometraggi, provenienti dai Paesi ammissibili al Programma Media. Scadenza 07/05/2019;

 

- Bando EACEA/27/2018 - Sostegno alla distribuzione di film non nazionali - Sostegno automatico. Scadenza 05/09/2019.

 

Tutte le info: www.europacreativa-media.it/   

 

 

PROGRAMMI SEMPLICI E PROGRAMMI MULTIPLI - Sovvenzioni per azioni di informazione e di promozione riguardanti i prodotti agricoli realizzate nel mercato interno e nei paesi terzi a norma del regolamento (UE) n. 1144/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio

 

 

L’obiettivo generale delle azioni di informazione e di promozione consiste nel rafforzare la competitività del settore agricolo dell’Unione. Il programma di lavoro annuale della Commissione per il 2019, stabilisce i dettagli per la concessione del cofinanziamento e le priorità relative ai programmi semplici e ai programmi multipli nel mercato interno e nei paesi terzi Il presente invito a presentare proposte riguarda l’esecuzione di programmi semplici nel quadro delle sezioni 1.2.1.1 (azioni nell’ambito della priorità tematica 1: programmi semplici nel mercato interno) e 1.2.1.2 (azioni nell’ambito della priorità tematica 2: programmi semplici nei paesi terzi) dell’allegato I del programma di lavoro annuale per il 2019. È disponibile al seguente indirizzo: https://ec.europa.eu/info/promotion-eu-farm-products_en. Il bilancio totale stanziato per il cofinanziamento delle azioni previste dal presente invito a presentare proposte è di 95.000.000 Euro. Per quanto riguarda l’esecuzione di programmi multipli nel quadro delle sezioni 1.2.1.3 (azioni nell’ambito delle priorità tematiche 3: programmi multipli nel mercato interno) e 1.2.1.4 (azioni nell’ambito delle priorità tematiche 4: programmi multipli nei paesi terzi) dell’allegato I del programma di lavoro annuale per il 2019. Il bilancio totale stanziato per il cofinanziamento delle azioni previste dal presente invito a presentare proposte è stimato a 86.600.000 Euro.

 

Le domande devono essere presentate online dal coordinatore tramite Finanziamenti e appalti (sistema elettronico di presentazione disponibile all’indirizzo: https://ec.europa.eu/info/fundingtenders/opportunities/portal/screen/programmes/agrip).

 

Le proposte di programmi semplici possono essere presentate solo da persone giuridiche o da altre entità non aventi personalità giuridica a norma del diritto nazionale applicabile, purché i loro rappresentanti abbiano la capacità di assumere impegni giuridici in nome dell’entità stessa e offrano garanzie per la tutela degli interessi finanziari dell’Unione equivalenti a quelle offerte dalle persone giuridiche di cui all’articolo 197, paragrafo 2, del regolamento (UE, Euratom) 2018/1046 del Parlamento europeo e del Consiglio (in appresso «regolamento finanziario»). Per eventuali domande relative agli strumenti di presentazione online si prega di contattare l’helpdesk informatico istituito a tal fine tramite il sito web del portale Finanziamenti e appalti:

 

https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/support/helpdesks

 

Il termine ultimo per la presentazione è il 16 aprile 2019, alle ore 17:00 CET

 

 

Programma "Diritti, uguaglianza, cittadinanza": bandi 2019

 

  

I bandi intervengono su diversi ambiti: cittadinanza, diritti dei minori, tutela della privacy, pari opportunità, lotta contro la violenza di genere e sui minori, lotta contro il razzismo e tutte le forme di discriminazione e intolleranza, compreso l'incitamento all'odio online.

 

 

Bando REC-RCHI-PROF-AG-2019: capacity-building nel campo dei diritti dei minori e della giustizia a misura di minore
Budget: 4.000.000 euro
Scadenza: 14 maggio 2019

Bando REC-RCIT-CITI-AG-2019: migliorare la consapevolezza dei diritti di cittadinanza UE e l’inclusione dei cittadini «mobili» dell’UE e sostenere la collaborazione fra autorità nazionali competenti in materia elettorale
Budget: 1.500.000 euro
Scadenza: 11 aprile 2019

Bando REC-RDAT-TRAI-AG-2019: bando ristretto alle Autorità nazionali per la protezione dei dati - sensibilizzare le parti interessate sulla nuova legislazione in materia di protezione dei dati
Budget: 1.000.000 euro
Scadenza: 11 aprile 2019

Bando REC-RDAP-GBV-AG-2019: prevenire e combattere tutte le forme di violenza nei confronti di bambini, giovani e donne
Budget: 11.700.000 euro
Scadenza: 13 giugno 2019

Bando REC-RDIS-DISC-AG-2019: promuovere l’effettiva attuazione del principio di non discriminazione

Budget: 4.000.000 euro

Scadenza: 20 giugno 2019

Bando REC-RDIS-NRCP-AG-2019: sostegno ai Contact Point Nazionali per i Rom 

Budget: 1.000.000 euro

Scadenza: 20 giugno 2019

Bando REC-RGEN-WWLB-AG-2019: bando ristretto alle Autorità nazionali -  colmare il divario di genere lungo l’arco della vita 

Budget: 3.000.000 euro

Scadenza: 16 maggio 2019

Bando REC-RRAC-RACI-AG-2019: prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e altre forme di intolleranza e monitorare, prevenire e contrastare l’incitamento all’odio online

Budget: 7.000.000 euro

Scadenza: 24 aprile 2019

 

 

 

Tutte le info: https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/ 

 

 

 

Programma COSME 2014-2020

 

Cosme è il Programma per la competitività delle imprese e delle PMI, i cui obiettivi sono:

- facilitare l'accesso ai finanziamenti per le PMI;

- creare un ambiente favorevole alla creazione di imprese e alla crescita;

- incoraggiare una cultura imprenditoriale in Europa;

- aumentare la competitività sostenibile delle imprese dell'UE;

- aiutare le piccole imprese ad operare al di fuori dei loro paesi d'origine e a migliorare il loro accesso ai mercati.

 

Le azioni chiave del Programma sono:

Accesso alla finanza per le PMI attraverso strumenti finanziari dedicati;

Enterprise Europe Network: una rete di centri che offrono servizi alle imprese;

Sostegno alle iniziative che favoriscono l'imprenditorialità;

Accesso ai mercati: per il suporto alle PMI nei mercati al di fuori dell'Unione europea attraverso centri specifici e helpdesks.

 

Dotazione finanziaria del Programma: 2,3 miliardi di euro

 

Link ai bandi : http://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/cosme/index.html

 

 

PROGRAMMA HORIZON 2020

 

HORIZON 2020 è lo strumento di finanziamento della Commissione europea a favore della realizzazione di progetti di ricerca o azioni volte all’innovazione scientifica e tecnologica che portino un significativo impatto sulla vita dei cittadini europei.

CHI PUÒ PARTECIPARE:

Qualsiasi persona giuridica stabilita in uno Stato UE o in un Paese associato può partecipare ad un’azione indiretta purché soddisfi le condizioni minime di partecipazione. Sono ammissibili anche le organizzazioni internazionali.

Il programma è strutturato attorno a tre priorità strategiche:

 

ECCELLENZA SCIENTIFICA

Questa priorità è orientata ad accrescere l’eccellenza della base di conoscenze scientifiche dell’UE per assicurare la competitività dell’Europa a lungo termine, con i seguenti obiettivi specifici:

a) sostegno alla ricerca di frontiera mediante il Consiglio europeo della ricerca (CER)

b) sostegno alle Tecnologie emergenti e future (TEF) promuovendo la ricerca collaborativa in nuovi e promettenti campi di ricerca e di innovazione

c) rafforzamento delle competenze, della formazione e dello sviluppo della carriera dei ricercatori attraverso le Azioni Marie Curie;

d) rafforzamento delle infrastrutture di ricerca europee promuovendo il loro potenziale innovativo e il capitale umano e migliorando la politica europea pertinente e la cooperazione internazionale.

 

LEADERSHIP INDUSTRIALE

Questa priorità intende fare dell’Europa un luogo più attraente per investire nella ricerca e nell’innovazione, con i seguenti obiettivi specifici:

a) consolidare la leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali, fornendo un sostegno ad hoc alla RST nei seguenti ambiti: TIC, nanotecnologie, materiali avanzati, biotecnologie, tecnologie produttive avanzate, spazio;

b) migliorare l’accesso al capitale di rischio per investire nella ricerca e nell’innovazione;

c) fornire sostegno a tutte le forme di innovazione nelle piccole e medie imprese.

 

    SFIDE PER LA SOCIETA’


Questa priorità affronta direttamente le priorità politiche e le sfide sociali identificate  nella strategia Europa 2020, nei seguenti ambiti tematici:

(a) salute, cambiamento demografico e benessere;

(b) sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, ricerca marina e marittima, bio-economia;

(c) energia sicura, pulita ed efficiente;

(d) trasporti intelligenti, verdi e integrati;

(e) azione per il clima, efficienza delle risorse e materie prime;

(f) società inclusive, innovative e sicure.

 

Sono parte integrante del programma anche:

- Azioni dirette non nucleari del Centro comune di ricerca (CCR), le cui attività mirano a fornire un sostegno scientifico e tecnico integrato all’elaborazione delle politiche dell’UE.

- Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia (IET), con un ruolo cruciale nel combinare ricerca, istruzione e innovazione eccellenti per integrare il triangolo della conoscenza.

 

Risorse finanziarie disponibili: oltre 80 miliardi di euro.

L’ammontare delle risorse specificamente destinate alle tre priorità è il seguente: 
- priorità “Eccellenza scientifica”: 27,8 miliardi di euro;
- priorità “Leadership industriale”: 20,2 miliardi di euro;
- priorità “Sfide per la società”: 35,8 miliardi di euro.

 

Link ai bandi:   http://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/funding/index.html

  

 

ERASMUS+ 2019

   

È stato pubblicato il tanto atteso bando Erasmus + 2019 che sostiene progetti e iniziative nei settori dell’istruzione, formazione, gioventù e sport. Nello specifico ecco le azioni sostenute e le relative scadenze.

 

Azione chiave 1 – Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento

 

Mobilità individuale nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù (30 aprile e 1° ottobre 2019 per il settore gioventù)

  

Azione chiave 2 – Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi

 

Partenariati strategici nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù (21 marzo 2019 per i settori istruzione e formazione; 30 aprile e 1° ottobre 2019 per il settore gioventù)

  

Azione chiave 3 – Sostegno alle riforme delle politiche

 

Progetti nell’ambito del dialogo con i giovani (30 aprile e 1° ottobre 2019)

 

 

 

 Sport

 

Partenariati di collaborazione (4 aprile 2019)

 

Piccoli partenariati di collaborazione (4 aprile 2019)

 

Eventi sportivi europei senza scopo di lucro (4 aprile 2019)

 

Può partecipare al bando qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. I gruppi di giovani che operano nell’animazione socio - educativa,ma non necessariamente nel contesto di un’organizzazione giovanile, possono inoltre presentare domanda di finanziamento sia per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori per i giovani sia per i partenariati strategici nel settore della gioventù. I paesi ammissibili sono: Stati membri UE, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Turchia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia e Serbia. Il nuovo bando ha unbudget totale di 2 733,4 milioni di EU.

 

Info su: www.erasmusplus.it

  

 

Premio Regione imprenditoriale europea 2020

 

C’è tempo fino al 27 marzo 2019 per presentare candidature per il Premio Regione imprenditoriale europea(EER), l’iniziativa ideata dal Comitato europeo delle regioni, giunta quest'anno alla sua 10^ edizione, volta a selezionare e premiare le regioni dell'UE che si distinguono per l'adozione di strategie imprenditoriali lungimiranti che contribuiscono all`attuazione dello Small Business Acte dimostrano un utilizzo ottimale dei fondi europei e di altri finanziamenti pubblici. Alle regioni che presentano la strategia più credibile, promettente e dotata di maggiore visibilità verrà assegnato il marchio di "Regione imprenditoriale” dell’anno.

 

Possono candidarsi al Premio tutti gli enti territoriali dell'UE di livello substatale aventi la competenza politica necessaria per attuare una visione imprenditoriale, indipendentemente dalle loro dimensioni, competenze o ricchezza. Sono compresi le comunità autonome, i dipartimenti, i Länder, le province, le contee, le aree metropolitane, le grandi città, nonché i territori transfrontalieri dotati di personalità giuridica, come i GECT e le euroregioni.

 

L'iniziativa è aperta sia alle regioni che già presentano condizioni positive sia a quelle che, pur accusando ritardi, sono impegnate ad attuare i cambiamenti necessari per sviluppare il loro potenziale imprenditoriale.

 

Per partecipare la regione candidata deve disporre delle competenze politiche necessarie ad attuare una strategia globale mirata ad integrare sistematicamente nelle politiche regionali alcuni o tutti i principi delloSmall Business Act. Le città e le regioni transfrontaliere sono particolarmente incoraggiate a presentare candidatura.

 

 https://cor.europa.eu/it/engage/Pages/european-entrepreneurial-region.aspx

 

 

 

 

Ente Ospitante

Europe Direct Contact Centre

Prodotti multimediali EDIC

Pubblicazioni

Links utili

Presidenza Consiglio UE Romania

Elezioni europee 2019

Europa.eu

Lavorare in Europa

Corpo Europeo di Solidarietà

Servizio Volontario Europeo


English French German Russian Spanish

Cerca nel sito

Sondaggi EUROPE DIRECT

Conoscenza dei diritti

Quale dei seguenti diritti di cittadino europeo vorresti conoscere meglio?

» GO_TO_POLL »
VOTESCHONVORBEI

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Conoscenza dei diritti
Quale dei seguenti diritti di cittadino europeo vorresti...
749
Competenze UE
In quali delle seguenti materie vorresti che l'UE avesse...
762
Efficacia politiche europee
Quale delle seguenti politiche europee ritieni più...
744
Mezzi di comunicazione
Quale dei seguenti mezzi ritieni più efficaci per...
889

jVS by www.joomess.de.

EUROPE DIRECT 2.0

Studio Europa