Europe Direct Abruzzo Nord Ovest
 

Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest

Centro di Informazione della Commissione Europea

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Europe Direct Abruzzo Nord Ovest

Aiuti di Stato: la Commissione approva un regime italiano di 44 milioni di € a sostegno della ripresa economica nelle regioni colpite dai terremoti del 2016 e del 2017

Fondi-UE1La Commissione europea ha stabilito che il regime di aiuto italiano pari a 43,9 milioni di € volto a sostenere gli investimenti nelle regioni colpite dai terremoti del 2016 e del 2017 è in linea con le norme dell’Unione in materia di aiuti di Stato. L’aiuto contribuirà alla ripresa economica dell’Italia centrale senza falsare indebitamente la concorrenza nel mercato unico.

Nel 2016 e nel 2017 nell’Italia centrale si sono verificati quattro forti terremoti che hanno colpito approssimativamente 600.000 persone in un’area di circa 8.000 km². Attualmente la regione risente ancora di un’attività sismica anormale che determina la progressiva desertificazione delle zone colpite. È improbabile che il problema possa essere affrontato solo mediante misure di compensazione.

Il regime di aiuto italiano mira a integrare queste misure, per attenuare i danni economici e sociali subiti nelle zone colpite. Sono interessati 140 comuni in Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo.

L’aiuto assume la forma di un credito d’imposta per tutte le imprese che effettuano investimenti iniziali nella zona. Il sostegno alle grandi imprese si limiterà a un aiuto per la costituzione di una nuova impresa, la diversificazione dell’attività di un’impresa o l’acquisizione degli attivi di un’impresa che ha chiuso. Il regime, che ha una dotazione complessiva di 43,9 milioni di Euro, coprirà il periodo 2018-2020.

In considerazione della sua durata, dotazione e portata geografica limitata, la Commissione ha concluso che il regime è in linea con le norme dell’UE in materia di aiuti di Stato.

L’UE sostiene già la ricostruzione delle zone colpite in Italia attraverso diverse misure connesse alla compensazione per i danni causati dai terremoti. In particolare:

  • è stato approvato un tasso di cofinanziamento eccezionale del 95% per finanziare le operazioni di ricostruzione con il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).
  • La Commissione ha proposto un aiuto finanziario per le regioni colpite pari a 1,2 miliardi di € provenienti dal Fondo di solidarietà dell’UE, l’importo più elevato mai concesso a un paese a titolo del fondo.
 

Progetto "PROCESSO ALL'EUROPA" - Ciclo di incontri di informazione e dibattito

18671038 244170362731146 6723998228492531850 nIl Centro Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest ha avviato presso due scuole superiori del territorio il progetto denominato “Processo all’Europa”.

Il “Processo all’Europa”, format di comunicazione promosso dal CIME, rappresenta un momento per stimolare il senso critico dei giovani coinvolti, i quali avranno la possibilità di far emergere i punti di forza e debolezza dell’azione delle Istituzioni europee nelle varie politiche di competenza dell’Unione. Esso risponde all’esigenza di informazione e partecipazione ai dibattito attorno agli sviluppi del processo di integrazione europea. Dal punto di vista operativo, il Processo all’Europa vede coinvolti giovani studenti delle scuole del territorio e si avvantaggia di una fase di formazione preliminare sulle questioni-chiave del diritto e delle politiche dell’Unione europea. A questa fase seguono lavori di gruppo su specifiche questioni, oltre che momenti di approfondimento e indagine, di tipo collettivo e individuale. Tali fasi convergono verso l’evento finale dell’iniziativa, in cui saranno condotte un’accusa e una difesa intorno a differenti questioni di attualità politica europea, di fronte a una giuria popolare composta da studenti delle scuole coinvolte.

Tale progetto avrà un rilevante impatto in termini di miglioramento degli strumenti di analisi e lettura critica dei diversi aspetti del progetto di costruzione dell’Europa unita. Invero, attraverso la possibilità di elaborare tesi e contro-deduzioni, gli studenti potranno acquisire consapevolezza dal punto di vista della partecipazione alla costruzione di un’Unione europea più vicina alle esigenze del cittadino.

 

#UEVeroFalso - L'UE non aiuta le piccole e medie imprese. Sarà vero?

La pubblicazione di fake news sull'Unione europea non è certo una novità, ma da quando spendiamo tanto tempo sui social media sembra quasi diventato uno sport. L'obiettivo è sempre lo stesso: far credere alla gente che tutto il male viene da Bruxelles. L'UE ci impone il formaggio senza latte, tassa l'aria condizionata e ci vieta persino lo spaghetto alle vongole! Dove si andrà a finire? Credere a queste cose non è un problema solo per noi grigi eurocrati o per gli addetti ai lavori, ma diventa un problema per tanti cittadini che così si privano delle opportunità offerte dall'Europa. Per questo, la Rappresentanza in Italia della Commissione europea ha deciso di fare un po' di chiarezza. Pubblicando dati, fatti e informazioni che vi permetteranno di capire cosa è fake e cosa no.

Seguite #UEverofalso e i nostri account "europainitalia" sui social!

Beatrice Covassi, Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea

 

PMI, piccolo è bello.

Vero! L'Unione interviene a 360° per sostenere le piccole e medie imprese (PMI) europee. Al centro dell'azione dell'UE per le PMI c'è lo "Small Business Act", che promuove il principio «Pensare anzitutto in piccolo». Questo significa tenere conto delle esigenze delle PMI già nella formulazione delle politiche e della legislazione europee. Le PMI sono un patrimonio umano e di capitale che rappresenta il 99% delle imprese esistenti nell'UE, con un ruolo decisivo per la crescita economica, l'innovazione e l'occupazione. Insomma: la colonna portante dell’economia europea.

 

Ma l’UE non aiuta le nuove PMI

Falso! Un buon numero di imprese è costituito da start-up, caratterizzate da rapida crescita, forte propensione all’innovazione, grande attenzione ai nuovi sviluppi tecnologici e ricorso a modelli commerciali innovativi. Per aiutarle a realizzare il loro potenziale, la Commissione ha varato l'iniziativa "start up e scale up", destinata ad affrontare i maggiori ostacoli, ossia l’accesso al credito, l’eccesso di burocrazia e il reperimento di partner. Chi desidera creare o sviluppare una piccola impresa può contare sullo strumento di microfinanza del Programma europeo per l’occupazione e l’innovazione sociale (EaSI), che eroga prestiti fino a 25 000 euro, mentre il Programma Erasmus per Giovani Imprenditori  consente a nuovi o aspiranti imprenditori di fare esperienza presso PMI di un altro Paese europeo per un periodo da 1 a 6 mesi.

Leggi tutto...
 

Giornate informative sui finanziamenti europei

28685813 10160068498940058 7503869873368654258 nLa Rappresentanza in Italia della Commissione europea organizza quattro giornate informative sui finanziamenti europei diretti e indiretti, dedicate alle aree colpite dal terremoto, al fine di sostenere la progettazione europea a livello locale per aiutare la ripresa delle comunità e dei territori. Alle giornate informative parteciperanno il Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Beatrice Covassi, e l'esperto di Fondi europei, Mauro Cappello.

Le giornate informative si svolgeranno secondo il seguente calendario:

  •  
  • - Montereale, 10 marzo 2018 ore 10:30 Sede provvisoria del Comune, via Condotti
  • - Arquata del Tronto, 13 marzo 2018 ore 10:30 Centro Polivalente di Pretare
  • - Norcia, 14 marzo 2018 ore 10:00 Centro Polivalente Norcia 4.0​
  • - Amatrice, 24 marzo 2018 ore 10:30 Area del Gusto


Per partecipare  inviare una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Maggiori informazioni potranno essere richieste al seguente numero telefonico: 06-69999215

 


Ente Ospitante

Europe Direct Contact Centre

Prodotti multimediali EDIC

Pubblicazioni

Links utili

Anno europeo del patrimonio culturale

Presidenza Bulgara Consiglio UE

Europa.eu

Lavorare in Europa

Corpo Europeo di Solidarietà

Servizio Volontario Europeo


English French German Russian Spanish

Cerca nel sito

Sondaggi EUROPE DIRECT

Strumenti di comunicazione

Quali tra i seguenti strumenti adottati dallo Europe Direct per comunicare l'Europa ritieni più efficaci ?

» GO_TO_POLL »
VOTESCHONVORBEI

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Strumenti di comunicazione
Quali tra i seguenti strumenti adottati dallo Europe...
500
Comunicare l'Europa
Quali dei seguenti mezzi ritieni più efficaci per...
500
Efficacia dell'azione dell'UE
In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione...
144
Efficacia dell'azione dell'UE
In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione...
464
Conoscenza del Corpo Europeo di solidarietà
È a conoscenza del Corpo Europeo di solidarietà,...
362
Cinque scenari sul futuro dell'Europa
Il Libro Bianco sul Futuro dell'Europa delinea cinque...
564
Fonti di informazione
L'informazione sull'attività dell'Unione Europea la...
541
Conoscenza dell'UE
Quanto ritiene di essere informato sull'Unione europea?
503

jVS by www.joomess.de.

EUROPE DIRECT 2.0

Studio Europa

Login Rete Europe Network