Europe Direct Abruzzo Nord Ovest
 

Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest

Centro di Informazione della Commissione Europea

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Europe Direct Abruzzo Nord Ovest

Giornata Europee delle Lingue 2017

downloadLa “Giornata Europee delle Lingue” costituisce come ogni anno un evento dal carattere fortemente simbolico nel panorama delle attività celebrative degli Stati membri, dal momento che richiama l’attenzione su un aspetto cruciale del processo di integrazione europea: la promozione del multilinguismo come fattore di crescita e stimolo al dialogo interculturale. Per celebrare questo evento il Centro Europe Direct Teramo e l’Istituto Comprensivo “Falcone e Borsellino” Teramo 5 Villa Vomano - Basciano, organizzano dal 26 al 29 settembre 2017, delle giornate dedicate ad attività di comunicazione e diffusione dei valori del multilinguismo e della diversità linguistica. Le attività in programma saranno svolte con il coinvolgimento attivo degli studenti delle scuole partecipanti e comprenderanno: visione di film, cartoni animati e video in lingua, realizzazione di bandierine o simboli delle principali capitali europee (monumenti, piatti tipici, abiti tradizionali,….) con cartellonistica, produzioni iconiche, percorsi multimediali (slide, presentazioni in power-point) o altri materiali, brevi dialoghi drammatizzati in lingua straniera, esecuzione di brani musicali e canzoni legate alle differenti tradizioni culturali nazionali; realizzazione di esercizi di traduzione di frasi idiomatiche nelle diverse lingue ufficiali europee. In perfetta linea con i suddetti significati, lo slogan ideato per l’iniziativa è: “Different Countries…different lives…but inside the same ….hearts!”

 

Scarica la locandina

 

A Scuola di OpenCoesione: pubblicato il bando per l’edizione 2017-2018

349ff792-a984-42fb-ab66-b29b7c8b7f55

È online il bando MIUR per partecipare al progetto A Scuola di OpenCoesione (ASOC), il percorso innovativo di didattica interdisciplinare su open data, data journalism e politiche di coesione nelle scuole secondarie superiori.

Come per lo scorso anno, il bando è aperto a 200 scuole secondarie superiori di ogni indirizzo, che verranno selezionate per cimentarsi in attività di ricerca e monitoraggio civico sui territori a partire dai dati sui progetti finanziati con le risorse delle politiche di coesione.

Il premio in palio per la migliore ricerca è un viaggio di istruzione a Bruxelles presso le istituzioni europee, finanziato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, da svolgersi orientativamente alla fine di maggio 2018.

Inoltre, grazie a uno specifico accordo con gli Uffici del Senato della Repubblica, per una delle classi partecipanti al percorso ASOC è prevista la partecipazione a un evento premio – visita guidata con possibilità di assistere a una seduta dell’Assemblea nella sede istituzionale del Senato della Repubblica a Roma – oltre a un approfondimento sull’utilizzo dello strumento regolamentare dell'indagine conoscitiva.

Le altre novità che connotano l’edizione 2017-2018 di ASOC riguardano l’ampliamento delle collaborazioni regionali, con la Regione Calabria che si aggiunge alla Regione Autonoma della Sardegna nel rafforzamento delle attività di progetto a livello regionale, e il riconoscimento di un percorso formativo per i docenti che partecipano ad ASOC, con la certificazione di competenze potenziali in uscita quali “politiche di coesione”, “trasparenza”, “cittadinanza globale”, “cittadinanza digitale”.

Inoltre, è possibile integrare i contenuti di ASOC nei percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro e nella predisposizione di progetti per la partecipazione ai bandi del PON 2014-2020 “Per la Scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento”.

Ulteriori informazioni sulle attività previste per l’edizione 2017-2018 di ASOC sono disponibili nella documentazione allegata al bando MIUR (Vademecum di progetto, Fac-simile formulario candidatura). Sono inoltre disponibili l’e-book e i video della scorsa edizione di ASOC 2016-2017.

 

Per partecipare alla selezione di ASOC1718 è necessario accedere alla piattaforma di candidatura online dall’apposita sezione predisposta nella homepage del sito web www.ascuoladiopencoesione.it, e seguire la procedura online per la compilazione e l’invio della candidatura.

La selezione sarà volta a garantire una adeguata distribuzione territoriale delle scuole partecipanti, tenendo conto dell’intensità finanziaria delle politiche di coesione sul territorio di riferimento.

 

Le candidature dovranno pervenire ENTRO LE ORE 12:00 DI LUNEDI 16 OTTOBRE 2017.

 

Info e contatti:

Sito web: www.ascuoladiopencoesione.it

Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Facebook: www.facebook.com/ascuoladioc

Twitter: @ascuoladioc  (hashtag #ASOC1718)          

 

 

COS’È “A SCUOLA DI OPENCOESIONE” (ASOC)

“A Scuola di OpenCoesione” (ASOC)  nasce in accordo con  il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) nell’ambito dell’iniziativa di open government sulle politiche di coesione “OpenCoesione” (www.opencoesione.gov.it), coordinata dal Dipartimento per le Politiche di Coesione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il progetto “A Scuola di OpenCoesione” è finalizzato a promuovere principi di cittadinanza attiva, con l’obiettivo di sviluppare competenze digitali affinché gli studenti diventino cittadini consapevoli e attivi nella partecipazione alla vita pubblica del proprio territorio.

COSA SI FA IN ASOC

Le classi che partecipano al progetto ASOC sono impegnate, nel corso dell’anno scolastico, in un percorso didattico guidato dal docente referente che prevede le seguenti attività: reperimento, analisi ed elaborazione di dati; verifica della modalità di spesa dei fondi pubblici attraverso l’apprendimento di tecniche avanzate di ricerca; utilizzo di tecniche avanzate di comunicazione e storytelling; incontri e interviste con le istituzioni e i soggetti beneficiari dei finanziamenti oggetto della ricerca scelta; organizzazione di eventi per il coinvolgimento della comunità scolastica e territoriale.

Il percorso didattico è articolato in 6 tappe: 5 lezioni in classe di circa 3 ore ciascuna e una "visita di monitoraggio civico". È inoltre prevista l’organizzazione di almeno due eventi pubblici di disseminazione dei risultati e coinvolgimento della comunità territoriale di riferimento. A ciò si aggiungono complessivamente circa 30 ore di lavoro autonomo durante l’intero arco del progetto. L’obiettivo è approfondire le caratteristiche socio-economiche, ambientali e/o culturali del proprio territorio a partire da uno o più interventi finanziati dalle politiche di coesione su un tema di interesse, verificando quindi come le politiche stesse intervengono per migliorare il contesto locale.

RETI DI SUPPORTO

Le scuole possono usufruire a livello territoriale, come negli anni precedenti, del supporto dei Centri Europe Direct, o EDIC (la rete territoriale dei centri di informazione della Commissione Europea) e delle Organizzazioni e Associazioni attive sul territorio sui temi delle politiche di coesione, della trasparenza o degli open data, con le quali le scuole potranno scegliere di collaborare in fase di candidatura. Gli elenchi dei centri EDIC aderenti all'edizione 2017-2018 e delle Organizzazioni/Associazioni "Amici di ASOC" che hanno partecipato alle edizioni precedenti sono disponibili qui.

 

Stato dell'Unione 2017

state-union-2017-brochure it3-1È stato pubblicato l’opuscolo sullo Stato dell'Unione 2017 contenente:

- la versione autorizzata del discorso sullo stato dell'Unione;

- la lettera d'intenti riguardo al programma di lavoro della Commissione per i prossimi sedici mesi, fino alla fine del 2018;

- i progressi sulle dieci priorità della Commissione europea;

- la Tabella di marcia per un'Europa più unita, più forte e più democratica.

 

È possibile scaricare l’opuscolo al seguente link: https://ec.europa.eu/commission/sites/beta-political/files/state-union-2017-brochure_it.pdf

 

È possibile inoltre seguire gli Highlights del Discorso sullo Stato dell’Unione 2017: http://ec.europa.eu/avservices/video/player.cfm?ref=I142952

 

 

Discorso sullo Stato dell'Unione 2017

immIl Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha tenuto stamattina il suo annuale discorso sullo stato dell'Unione davanti alla plenaria del Parlamento europeo. 

 

Diversi i temi trattati dal Presidente, sul tema economico ha dichiarato: ”Siamo nel quinto anno di una ripresa economica che raggiunge finalmente ogni singolo Stato membro. La crescita nell'Unione europea ha superato quello degli Stati Uniti negli ultimi due anni. Essa è ora superiore al 2% per l'Unione nel suo complesso e al 2,2% per l'area dell'euro. Anche la disoccupazione è diminuita, durante questo mandato sono stati creati quasi 8 milioni di posti di lavoro. Il Piano di Investimenti per l’Europa ha mobilitato investimenti per 225 miliardi di euro e ha concesso prestiti a oltre 445.000 piccole imprese e a più di 270 progetti infrastrutturali.

 

In tema di democrazia ha dichiarato: "Più democrazia significa più efficienza. L'Europa funzionerebbe meglio se fondessimo in uno i presidenti di Commissione e Consiglio Europeo", aggiungendo: "L'Europa sarebbe più facile da capire se ci fosse un solo capitano a guidare la nave".

 

Sul tema migrazione: "Non possono parlare di migrazione senza pagare tributo all'Italia per la sua generosità. Nel Mediterraneo l'Italia ha salvato l'onore dell'Europa”. Ha inoltre affermato la necessità di intervenire in Libia sulla condizioni dei migranti nei centri di accoglienza, che sono scandalose, che l'Europa è e resterà il continente della solidarietà per quelli che hanno bisogno di un rifugio, ma allo stesso tempo ha espresso l’intento di intensificare considerevolmente gli nostri sforzi e azioni dell’Europa sui rimpatri dei migranti che non hanno diritto di restare in UE.0217f192e5b244acce66c69371e72d42

 

Ha poi parlato di clima affermando: "Vorrei che l'UE fosse all'avanguardia nella lotta al cambiamento climatico". A fronte del disimpegno Usa, ha aggiunto, "l'Europa deve fare in modo di rendere grande il pianeta, per questo la Commissione presenterà una proposta di riduzione delle emissioni nel settore dei trasporti". "Sono fiero della nostra industria automobilistica, ma sono scioccato che i nostri consumatori siano stati ingannati. I costruttori investano sulle auto pulite che sono quelle del domani".

Sul futuro allargamento dell'UE ha dichiarato che "Il mancato rispetto dello Stato di diritto esclude l'adesione della Turchia all'UE nel prossimo futuro. Ankara si allontana a passi da gigante da molto tempo". "L'UE conterà più di 27 membri ma tutti gli Stati che vorranno aderire dovranno mettere in primo piano lo stato di diritto".

 

Per leggere l'intero discorso: http://europa.eu/rapid/press-release_SPEECH-17-3165_en.htm

 

 

 

 

 


Ente Ospitante

Europe Direct Contact Centre

Prodotti multimediali EDIC

Pubblicazioni

Links utili

Presidenza Bulgara Consiglio UE

Europa.eu

Lavorare in Europa

Corpo Europeo di Solidarietà

Servizio Volontario Europeo


English French German Russian Spanish

Cerca nel sito

Sondaggi EUROPE DIRECT

Efficacia dell'azione dell'UE

In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione europea abbia agito con meno efficacia?

» GO_TO_POLL »
VOTESCHONVORBEI

jVS by www.joomess.de.

Archivio Sondaggi

Efficacia dell'azione dell'UE
In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione...
144
Efficacia dell'azione dell'UE
In quale delle seguenti politiche ritieni che l'Unione...
464
Conoscenza del Corpo Europeo di solidarietà
È a conoscenza del Corpo Europeo di solidarietà,...
362
Cinque scenari sul futuro dell'Europa
Il Libro Bianco sul Futuro dell'Europa delinea cinque...
564
Fonti di informazione
L'informazione sull'attività dell'Unione Europea la...
541
Conoscenza dell'UE
Quanto ritiene di essere informato sull'Unione europea?
503

jVS by www.joomess.de.

EUROPE DIRECT 2.0

Studio Europa

Login Rete Europe Network