Giornata internazionale della donna 2019: più parità, ma il cambiamento è troppo lento

Giornata internazionale della donna 2019: più parità, ma il cambiamento è troppo lento

Stampa

In occasione della Giornata internazionale della donna, la Commissione ha pubblicato la relazione 2019 sulla parità tra donne e uomini nell'UE. La buona notizia è che l'Europa sta compiendo progressi; ma dobbiamo accelerare il cambiamento. La Commissione Juncker ha agito su tutti i fronti per migliorare la vita delle donne in Europa, combattendo la violenza contro le donne, colmando il divario retributivo di genere e stabilendo migliori condizioni per conciliare lavoro e vita familiare. La relazione mostra alcuni progressi in materia di parità di genere, ma le donne continuano a subire disuguaglianze in molti settori: il tasso di occupazione femminile nell'UE ha raggiunto il picco storico del 66,4 % nel 2017, ma la situazione varia da uno Stato membro all'altro; le donne sono più esposte al rischio di povertà, con salari inferiori in media del 16 % rispetto a quelli degli uomini;  le donne rimangono largamente sottorappresentate nei parlamenti e negli organismi governativi; il fenomeno del "soffitto di cristallo" rimane una realtà nel mondo imprenditoriale, con solo il 6,3 % delle posizioni di amministratore delegato nelle principali società quotate dell'UE ricoperto da donne.